Quattro i contratti quadro, per un valore massimo stimato di circa 10 milioni di euro

Le istituzioni europee utilizzeranno il cloud per gestire, testare e sviluppare, tra le altre cose, Big Data e applicazioni orientate allo storage.

Telecom Italia, attraverso le controllate Olivetti e Sparkle, si è aggiudicata un contratto per supportare la Commissione Europea (CE) nella sua transizione verso il cloud, nell'ambito di un Bando di gara interistituzionale (DIGIT/R2/PO/2014/043) lanciato dalla Direzione Generale Informatica della Commissione, attraverso l'applicazione di un meccanismo di riapertura della gara a quattro società appaltatrici. I contratti, di durata biennale (con possibilità di una duplice proroga di un anno) saranno utilizzabili da una sessantina fra istituzioni, organi ed agenzie dell'UE. TIM, Olivetti e Sparkle, che si avvalgono delle tecnologie di Amazon Web Services (AWS), sono ora riconosciute quali fornitrici qualificate di servizi Cloud sotto contratto quadro. Nel complesso, i quattro contratti quadro hanno un valore massimo stimato di 10 milioni di euro.

La conquista dell'appalto nasce dalle sinergie fra TI Sparkle, uno dei principali provider mondiali di servizi di telecomunicazione globali e soluzioni IP, Data e Cloud & Data Center, e Olivetti, il Digital center del Gruppo Telecom Italia specializzato in soluzioni e servizi IT. L'offerta integrata si basa sulla piattaforma cloud di AWS che, facendo leva sulle sue infrastrutture regionali dislocate nel territorio dell'UE, offre le caratteristiche di qualità, affidabilità, flessibilità, sicurezza e privacy dei dati necessarie a soddisfare i requisiti chiave della CE.

Olivetti, Sparkle e AWS collaboreranno per supportare la CE e altre Istituzioni europee nella loro transizione al cloud, finalizzata a beneficiare di vantaggi quali minori costi operativi e innovazione più rapida e maggiore sicurezza.
Riccardo Delleani, AD di Olivetti: “La qualificazione al bando testimonia l'importanza strategica di Olivetti come fornitore di soluzioni Cloud all'interno del Gruppo Telecom Italia. Inoltre, ribadisce la vocazione internazionale della società sia nell'offerta Digitale che nel più tradizionale settore hardware, considerato che Olivetti già realizza il 40% del suo fatturato all'estero”.
La qualificazione conferma TI Sparkle come partner di fiducia per la fornitura di soluzioni Cloud avanzate a cittadini e istituzioni europee, – commenta Alessandro Talotta, Presidente e CEO di TI Sparkle – il tutto grazie alla nostra presenza globale sia a livello commerciale, sia in termini di infrastrutture”.

Sono in continuo aumento i clienti del Settore pubblico che richiedono di trasferire importanti quote di lavoro sul cloud AWS”, dichiara infine Max Peterson, Responsabile Settore pubblico EMEA di Amazon Web Services. “In collaborazione con i nostri partner TI Sparkle e Olivetti, AWS offrirà alla Commissione Europea una piattaforma cloud innovativa, scalabile, rapida e assolutamente sicura”. L'accordo con la Commissione Europea consolida e rafforza il rapporto fra le istituzioni europee e Telecom Italia, che insieme a TI Sparke si era già aggiudicata il bando per la fornitura di soluzioni di connettività alla Banca Centrale Europea nel 2013.