Olivetti, polo digitale del Gruppo TIM, lancia “Il Giro d'Italia digitale" per seguire l’edizione 2017 della popolare manifestazione sportiva con la propria piattaforma di Big Data che permette di effettuare analisi particolareggiate delle varie tappe e delle conversazioni generate dai social network relative alla “corsa rosa”.

Da oggi sul sito di Olivetti (www.olivetti.com), in una sezione dedicata, sono disponibili dati, statistiche e curiosità riguardanti le variazioni delle presenze del pubblico nei tratti salienti di ogni tappa - alla partenza, durante il percorso e all’arrivo - con l’obiettivo di valutare così l’impatto della gara sul territorio. L’analisi riguarderà anche gli aspetti digitali del Giro d’Italia attraverso il monitoraggio dei social network che consentirà di conoscere i principali argomenti di conversazione presenti sul web.

I dati verranno aggiornati quotidianamente entro le 20.00 con i primi highlight relativi alle presenze; per ciascuna tappa saranno poi disponibili i dati di dettaglio e sarà così possibile confrontare l’affluenza rispetto ai giorni o alla settimana precedente e avere informazioni socio demografiche per le utenze italiane e le nazionalità degli stranieri presenti. In parallelo  si analizzeranno le conversazioni e le principali  keyword, hashtag ed emoji dei social media.

Le informazioni raccolte popoleranno quindi giornalmente la piattaforma permettendo di avere schermate grafiche di sintesi con approfondimenti, per esempio, sulla tappa più popolosa, o quella con un incremento di presenze più rilevante o con maggiore presenza di stranieri; per ogni singola tappa sarà inoltre disponibile il trend orario di confronto delle presenze medie.

Sul sito on line sono già disponibili i dati e i report di sintesi relativi alle prime tre tappe.

L’analisi delle informazioni generate dal traffico della rete mobile TIM, realizzata attraverso il servizio

City Forecast, permette il monitoraggio dei fenomeni territoriali nel pieno rispetto del contesto normativo e della privacy.  In particolare, attraverso stime sulla densità della popolazione presente sul territorio e i relativi spostamenti, è possibile ottimizzare la pianificazione territoriale, urbanistica, commerciale e dei trasporti, permettendo la previsione e la gestione di eventuali criticità.